aggiornamento contratti aggiuntivi regionali

0
200

Inoltre, non si comprende come sia possibile che qualcuno, dopo essersi disinteressato dei problemi del taglio dei posti aggiuntivi regionali, abbia avuto la faccia tosta di inserirsi nella gestione di tale delicata vicenda, mancando di rispetto nei confronti dei colleghi che da settimane, sia in pubbliche assemblee, sia nel corso di incontri con tutti i livelli istituzionali, si stanno occupando di risolvere il problema. Purtroppo, certi atteggiamenti inqualificabili non sono nuovi, ma trattasi di una sigla associazionistica che anche due anni fa, per puro spirito di contraddizione, ma anche per superficialità, alla vigilia di una mobilitazione dei colleghi aspiranti specializzandi che correvano il serio rischio di un taglio sostanzioso dei posti regionali, pur di tentare di sabotare la riuscita di una mobilitazione organizzata da una sigla concorrente, aveva sparso la voce tra i colleghi che non sussisteva problema alcuno.
 Di contro, anche nel corrente anno, ci sono colleghi che hanno messo passione (scrivendo volantini e distribuendoli, mettendo soldi di tasca propria per stamparli), oltre che la faccia e la firma in questura per la richiesta degli spazi del sit in (esponendosi alle eventuali ricadute di danni a persone o a cose) e che cercano di operare nel puro interesse della categoria tutta, cercando di entrare nel merito dei problemi con responsabilità. Gli atteggiamenti stucchevoli e “politicanti” di alcuni colleghi opportunisti arrecano un grave danno alla categoria e creano divisioni difficilmente ricomponibili, se non a seguito di pubbliche scuse.
 Preghiamo chi non è titolato a farlo, se non altro per mancanza di meriti oggettivi, di evitare di creare confusione inutile e di avere rispetto per chi lavora e, soprattutto, per la condizione in cui versano le centinaia di colleghi aspiranti specializzandi di Catania, Messina e Palermo.
 
Il Comitato Aspiranti Specializzandi di Catania, Messina e Palermo
Le Sedi SIGM di Catania, Messina e Palermo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here