Concorso di accesso alle scuole di specializzazione di area medica: un Decreto Legge istituirebbe la graduatoria unica nazionale

0
229

Posizione dei Giovani Medici (SIGM) e del Comitato Pro Concorso Nazionale sul Decreto legge sulle «Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca» che istituisce la graduatoria unica nazionale per l’accesso dei medici alle scuole di specializzazione

Giovani Medici (SIGM) e Comitato Pro Concorso Nazionale esprimono soddisfazione nell’apprendere a mezzo stampa dell’intenzione del Ministro dell’Università di istituire un concorso a graduatoria unica nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione attraverso una specifica modifica alla normativa di riferimento (D.Lgs 368/1999).

<<Ringraziamo il Ministro Carrozza per dimostrare massima determinazione nel far fede all’impegno assunto a margine della mobilitazione nazionale “Giovani Medici Day” organizzata dall’Associazione Italia Giovani Medici (S.I.G.M.) e dal Comitato Pro Concorso Nazionale>>. Infatti, a seguito della citata manifestazione (leggi qui), tenutasi in data 14 maggio 2013 di fronte la Camera dei Deputati, al grido “Cambiare il Paese, per non cambiare Paese: riscopriamo in Italia l’orgoglio di essere Medici!”, il Ministro aveva istituito una Commissione incaricata dal MIUR di avanzare una proposta mirata a rendere oggettivi e non più discrezionali i criteri di valutazione da parte delle commissione giudicatrici, oltre che ad introdurre una graduatoria nazionale per tipologia di specializzazione.

Giovani Medici (SIGM) e Comitato Pro Concorso Nazionale attendono l’approvazione del provvedimento da parte del Consiglio dei Ministri e si riservano di seguire il successivo iter di approvazione del Decreto Legge in Parlamento per capire tempi e modalità di implementazione della graduatoria nazionale, anche alla luce della necessaria modifica dell’attuale Regolamento concernente l’accesso alle scuole di specializzazione, una nuova bozza del quale è già stata esitata dalla Commissione ministeriale ed è al vaglio del Ministro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here