Scuole di specializzazione di area sanitaria: importanti aggiornamenti dal Consiglio Nazionale Studenti Universitari (CNSU)

0
188

Care Colleghe e cari Colleghi,

in data 26 e 27 Novembre si è riunito il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU), organo consultivo del MIUR all’interno del quale l’Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.) ha l’onere e l’onore della rappresentanza unica degli iscritti alle Scuole di Specializzazione, tramite il collega Giovanni Cerullo, medico iscritto alla Scuola di specializzazione di Neurologia dell’Università di Napoli Federico II.

Nel corso dei lavori del CNSU sono state presentate dal collega Cerullo, ed approvate dal CNSU, 3 mozioni di interesse per la categoria degli specializzandi.

Nello specifico, una prima mozione (scarica allegato) ha richiesto con urgenza il finanziamento di contratti di formazione (o in alternativa borse di studio) anche per gli specializzandi non medici, proposta a più riprese ribadita dal SIGM tanto in sede istituzionale (link a precedente mozione) quanto in occasione di iniziative di protesta e proposta (Giovani Medici Day e manifestazione del 7 novembre).

La seconda mozione (scarica allegato) è intervenuta in merito alla riorganizzazione delle tipologie e della durata delle scuole di specializzazione, introdotta dalla Legge 104/2013 (“Legge Carrozza”). Nel particolare, si è ribadito con forza la necessità di garantire in ogni caso la possibilità per i medici in formazione specialistica di effettuare esperienze formative all’estero nell’arco di tutto il percorso di specializzazione per un periodo sino a 18 mesi, come da intese definite in sede di Conferenza Stato-Regioni del 18 aprile 2007; inoltre, come già richiesto dal SIGM in sede di conversione legislativa del DL 104/13, è stato proposto che venga individuata una finestra temporale di almeno due anni, nel transitorio, che renda opzionale e su base volontaria l’adesione al percorso di studio di durata ridotta e, per quanto possibile, che il MIUR rimoduli con sollecitudine il percorso formativo delle scuole di specializzazione per le quali sarà ritenuto opportuno effettuare un’ottimizzazione della durata, ovvero in modo da anticipare significativamente la prevista scadenza del 31 Marzo 2014 e permettere quindi agli specializzandi di poter orientare in maniera consapevole e su base volontaria.

Con la terza mozione (scarica allegato) è stata avanzata la richiesta per procedere ad elezioni democratiche anche per la componente degli specializzandi in seno all’Osservatorio Nazionale per la Formazione Medico Specialistica, così come sancito dal D.Lgs. 368/99 ad oggi disatteso.

Infine la nostra Associazione ha provveduto a presentare una quarta mozione, ad integrazione di una precedente mozione approvata dal CNSU con la quale è stata richiesta l’implementazione urgente del capitolo di spesa della formazione specialistica, la cui discussione, per motivi di tempo, è stata rimandata alla prossima adunanza del CNSU, già convocata in seduta straordinaria. Con tale mozione si richiederà l’invio urgente al Consiglio di Stato ed alla successiva pubblicazione in G.U. del Decreto Ministeriale attuativo inerente il nuovo Regolamento di concorso concernente le modalità di accesso alle scuole di specializzazione di area sanitaria, in modo da garantire l’introduzione del concorso a graduatoria nazionale a partire dall’anno accademico 2013/2014, nonchè la celere pubblicazione (non oltre il 31 dicembre 2013) delle modalità e dei criteri di selezione dei candidati, oltre che della bibliografia di riferimento per la preparazione alle selezioni, in tempo utile per garantire un’adeguata preparazione agli aspiranti specializzandi. Inoltre, verrà rimarcata con forza la necessità di inserire in sede di valutazione curriculare solo quei parametri la cui determinazione possa essere riferita a criteri oggettivabili.

Vi informiamo altresì che, nel corso dei lavori del CNSU, è intervenuto il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, On. Prof.ssa Maria Chiara Carrozza. Il rappresentante del SIGM ha sottoposto all’attenzione del Ministro le  seguenti criticità:

  • la necessità di una implementazione urgente del capitolo di spesa per la formazione specialistica per garantire un numero adeguato di contratti di specializzazione per medici e non medici;
  • la necessità di emanare quanto prima il DM con il nuovo Regolamento per l’accesso alle scuole di specializzazione tramite concorso a graduatoria nazionale per l’anno accademico 2013/2014;
  • il permanere di forti dubbi circa la retroattività obbligatoria per gli iscritti all’attuale primo e secondo anno in merito alla riduzione della durata delle scuole di specializzazione come regolamentato dalla Legge 104/13 appena approvata.

Inoltre, l’occasione è stata utile anche per esternare direttamente al Ministro la delusione ed il disappunto dei Giovani Medici (SIGM) circa il mancato recepimento nel testo del Ddl Legge di Stabilità 2014, votato dal Senato, di nessuno degli emendamenti presentati a seguito della manifestazione nazionale dello scorso 7 Novembre (clicca qui).

Il Ministro si è mostrato disponibile al dialogo e ben presente alle tematiche sollevate, garantendo il massimo impegno a cercare le risorse necessarie, accogliendo ad esempio la proposta avanzata dal SIGM di attingere al Fondo Sociale Europeo per il prossimo anno accademico. Circa la riduzione della durata delle scuole di specializzazione il Ministro ha affermato che il MIUR sta valutando norme ad hoc nel transitorio per limitare i disagi da parte degli specializzandi che saranno interessati dalla retroattività obbligatoria, quelli attualmente iscritti al primo e secondo anno. In ultimo il Ministro ha tenuto a ribadire la sua intenzione di pubblicare in tempi rapidi i decreti attuativi utili a definire le modalità del nuovo concorso nazionale.

Infine, vi informiamo che si sono svolte anche le elezioni per la rappresentanza degli studenti presso il Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e presso l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR). A tal proposito, abbiamo il piacere di parteciparvi l’elezione del rappresentante del SIGM, Giovanni Cerullo, in seno al CUN quale unico rappresentante presso l’Area 06 (biomedica). Rivolgiamo al collega Cerullo un grande in bocca al lupo da parte di tutta l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM). Si sottolinea come la presenza al CUN di un rappresentante dell’area medica sarà di strategica importanza per contribuire fattivamente alla prossima revisione degli obiettivi formativi delle scuole di specializzazione di area sanitaria.

Cogliamo l’occasione per ringraziare la presidenza e la vice presidenza del CNSU, con le quali il SIGM ha instaurato una fattiva collaborazione, finalizzata al miglioramento della condizione di tutti gli iscritti alle scuole di specializzazione.

Il Consiglio Esecutivo SIGM

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here