DDL DI STABILITÀ: ECCO GLI EMENDAMENTI A SOSTEGNO DELLA FORMAZIONE POST LAUREAM DI AREA SANITARIA. APPELLO DEI GIOVANI MEDICI (SIGM) A TUTTI I PARLAMENTARI ED AL GOVERNO PER IL RECEPIMENTO DELLE RICHIESTE DEL #GIOVANIMEDICIDAY

0
264

NOTA DEL COMITATO ORGANIZZATORE

–> ECCO LA LETTERA DEL CONSIGLIO NAZIONALE STUDENTI UNIVERSITARI ALLE ISTITUZIONI

Alla vigilia del secondo #GiovaniMediciDay, manifestazione non sindacale a sostegno dei giovani in sanità, che avrà luogo il 12 dicembre 2013 in piazza Montecitorio, l’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) dichiara il proprio sostegno ai seguenti emendamenti al Ddl di Stabilità (scarica allegato) in discussione alla Camera dei Deputati:

1) Emendamento n. 1.2886 a firma On.li Crimì, Calabrò, Gigli ed altri: richiedono di aumentare la dotazione nel triennio 2014/2016 del capitolo di spesa delle scuole di specializzazione; i medesimi Deputati, inoltre, nel predisporre il parere sulla Legge di Stabilità in sede di XII Commissione Affari Sociali, hanno inserito un pressante invito al Governo a finanziare i contratti di specializzazione;

2) Emendamenti a firma dell’On. Gigli ed altri (1.1794, 1.1797, 1.1799, 1.1802 , che se approvati, consentirebbero un recupero teorico di diverse decine di milioni di euro da destinare alla formazione specialistica, derivante dai tagli di alcune voci di costo presenti nel testo del Ddl di Stabilità. Tra questi segnaliamo in particolare il numero 1.1797 che si prefigge di interrompere la convenzione con il centro di produzione SPA (radio radicale) per la trasmissione delle sedute parlamentari (che verranno invece trasmesse dal GR parlamento della RAI), recuperando una somma pari a 10 milioni di euro per il 2014  e 10 per il 2015, che verranno destinati alla formazione dei medici nelle scuole di specializzazione, ed il numero 1.1802 che destina parte della somma raccolta dalle concessioni alle sale bingo alla formazione medico specialistica.

3) Emendamento n. 1.2464 a firma On. Vargiu, Presidente della XII Commissione Affari Sociali, ed altri: richiede lo stanziamento di somme aggiuntive a sostegno del finanziamento di contratti di formazione degli iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria, medici e non medici.

4) Emendamento n. 1.223 a firma On. Distaso ed altri: riprendendo l’emendamento presentato al Senato dal Sen. D’Ambrosio-Lettieri ed altri, propone di istituire la Scuola di specializzazione in medicina generale. Tale emendamento, è stato modificato prevedendo delle coperture aggiuntive derivanti dal Fondo Sanitario Nazionale, in modo da superare le criticità emerse al Senato.

5) Emendamento n. 1.226 a firma On. Distaso ed altri: richiede l’equiparazione dello status degli specializzandi non medici (veterinari, odontoiatri, farmacisti, fisici, biologi, psicologi etc.) a quello degli specializzandi medici a partire dall’a.a. 2014/2015.

6) Emendamento n. 1.2851 a firma On. li Calabrò, Gigli, Crimì ed altri: prevede il finanziamento di 1.000 contratti per la “formazione dei medici in Medicina Generale” in aggiunta a 6.000 contratti per le scuole di specializzazione di area medica.

7) Emendamento n. 1.2951 a firma On. Calabrò: mira a detassare i finanziamenti per contratti di formazione, provenienti da soggetti privati.

Ma i Giovani Medici (SIGM) invitano alla cautela per non abbassare la guardia in ragione delle gravi difficoltà economico-finanziarie in cui versa il Paese e che limitano gli spazi di manovra all’interno del Ddl di Stabilità 2014.

<<Il fatto che vi sia già un così significativo numero di emendamenti a sostegno della formazione post lauream dei medici e dei non medici è sicuramente un segnale positivo e dimostra attenzione nei confronti delle richieste dei manifestanti; – dichiarano i Giovani Medici (SIGM) – Dopo aver preso atto che la sostenibilità ed il rilancio della formazione post laurea di area sanitaria non è stata ad oggi ritenuta una priorità da parte del Legislatore e dell’Esecutivo, ci  auspichiamo che alla Camera dei Deputati non si ponga il voto di fiducia sul testo esitato dal Senato e chiediamo che vengano considerate le proposte emendative utili a scongiurare il rischio di vedere finanziati soltanto 2.000 contratti di formazione a fronte del quadruplo di potenziali concorrenti tra laureati e neolaureati e per trovare soluzione all’annosa questione degli specializzandi non medici iscritti alle scuole di specializzazione di area sanitaria.>>

<<Ringraziamo quanti tra i Deputati hanno mantenuto ad oggi la promessa di presentare e sostenere le proposte emendative dei Giovani Medici. Rinnoviamo l’appello, già rivolto al Governo ed a tutte le forze politiche, per una indifferibile implementazione dei capitoli di spesa relativi ai contratti ed alle borse di studio (per medici e non medici) di formazione specialistica e di formazione specifica in medicina generale. Il nostro sostegno idealmente va a tutte le soluzioni emendative che saranno messe in campo per risolvere i nostri problemi senza avere ripercussioni su altre categorie>>.

Concludono i Giovani Medici (SIGM) <<Con senso di responsabilità e coraggio abbiamo chiesto, ed ottenuto con l’approvazione del Decreto Carrozza, l’affermazione del merito e della trasparenza per l’accesso alle scuole di specializzazione di area sanitaria, conseguentemente ci attendiamo adeguati investimenti a tutela del diritto alla formazione delle giovani generazioni di medici>>.

 



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here