Copertura contratti di formazione specialistica a finanziamento statale: stato dell’arte.

0
213

 

Infatti, se, da una parte, sembrerebbe scongiurato il rischio di non poter garantire la retribuzione dei colleghi specializzandi iscritti agli ultimi anni di corso delle Scuole di Specializzazione, dall’altra, il MIUR non è ad oggi in grado di fornirci garanzie alcune in merito alla conferma della dotazione dei 5.000 contratti ministeriali a finanziamento statale, garantita negli ultimi anni, e la previsione per il concorso 2012/2013 è al momento di una contrazione del numero complessivo dei contratti. Questo a seguito del mancato adeguamento del capitolo di spesa dedicato alla copertura dei contratti di formazione specialistica in corrispondenza del prolungamento di un anno di corso aggiuntivo, in vigore per la prima volta da quest’anno, in ossequio al DM sul Riassetto delle Scuole di Specializzazione del 2005.


Il Segretariato Italiano Giovani Medici (S.I.G.M.), come è noto, è impegnato da tempo nel sensibilizzare le Istituzioni Politiche ed Accademiche al fine di assumere tutte le misure necessarie a scongiurare l’infausta ipotesi di una contrazione dell’attuale dotazione dei contratti ministeriali da mettere a concorso anche per il corrente a.a. 2012/2013 e per gli anni accademici a venire, senza improvvisarsi in iniziative estemporanee di malcelato sapore pre-elettorale.

A tal proposito, vi informiamo che in data 30 gennaio 2013 è in programma l’ultima seduta per la corrente Legislatura della Commissione Igiene e Sanità del Senato. Abbiamo contattato e sentito alcuni membri della Commissione in rappresentanza dei principali gruppi parlamentari (Sen. Gustavino, già estensore di un’interrogazione al Ministro della Salute, Sen. Calabrò, Sen. Marino), registrando la disponibilità, compatibilmente alle limitazioni regolamentari, a lasciare traccia della problematica in questione attraverso atti formali, in modo da rappresentare una futura memoria per i Parlamentari della prossima Legislatura, che potranno farsi parte in causa per sostenere le nostre richieste.


Infine, per quanto riguarda le modalità di accesso alle scuole di specializzazione ed il relativo regolamento di concorso, informiamo che il sistema di selezione rimarrà invariato per il corrente anno accademico in previsione di una revisione a partire dall’a.a. 2013/2014. Nel giro di qualche mese dovrebbe essere esitato dal Consiglio di Stato il parere sulle modifiche proposte dal MIUR all’attuale regolamento per l’accesso alle scuole di specializzazione e sarà, quindi, possibile ipotizzare gli scenari futuri che ci si augura siano orientati ad una maggiore valorizzazione della preparazione dei candidati nel segno della trasparenza e del merito e non di semplici abilità mnemoniche.

L’Associazione dei Giovani Medici (SIGM) continuerà a vigilare ed informare tempestivamente i colleghi aspiranti specializzandi di quanto sta accadendo.


Il Consiglio Esecutivo SIGM

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here