Giornata mondiale senza tabacco (31 maggio): OMS invita i Paesi ad aumentare la tassazione sul tabacco. Messaggio che rafforza il razionale degli emendamenti presentati su input del SIGM al testo del DL IRPEF

0
303

Giovani Medici (SIGM): “Il Governo italiano recepisca le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: NO ai rischi per la salute, SI alla valorizzazione dei Giovani della Sanità”

In occasione della Giornata mondiale senza tabacco (31 maggio), l’Organizzazione Mondiale della Sanità invita i Governi ad aumentare le tasse sul tabacco per incoraggiare gli utenti a smettere di fumare e ad investire i proventi in programmi socio-sanitari. Messaggio che rafforza il razionale degli emendamenti fatti presentare su input del SIGM al testo del DL Irpef, in discussione in questi giorni al Senato, tesi ad impedire una proroga dell’aumento delle accise sul tabacco per destinare maggiori fondi alla formazione post laurea di area sanitaria.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha esortato oggi tutti i Paesi ad aumentare le tasse sul tabacco per incoraggiare i fumatori a smettere e per impedire ad altre persone di diventare dipendenti da tabacco. Per la direttrice generale dell’Oms Margaret Chan : difatti, con un aumento delle tasse sul tabacco del 50%, il numero di fumatori diminuirebbe di 49 milioni entro i prossimi tre anni salvando 11 milioni di vite nel mondo.

Messaggio importante per la sanità pubblica ma che rafforza anche il razionale degli emendamenti presentati su input dell’Associazione Italiana Giovani Medici (SIGM) dalle forze di Governo al testo del DL Irpef in discussione in questi giorni al Senato.

L’Oms ha inoltre calcolato che se tutti i paesi aumentassero le tasse su tabacco del 50% per ogni confezione, i governi guadagnerebbero 101 miliardi di dollari di fatturato globale supplementare. , ha osservato Douglas Bettcher, direttore del dipartimento per la prevenzione delle malattie non trasmissibili dell’OMS.

Giovani Medici (SIGM) – utili a recuperare maggiori fondi per la formazione specialistica di area sanitaria evitando lo slittamento dell’aumento delle accise sul fumo (che nel testo attuale del DL Irpef verrebbe posticipato ad agosto 2014) e la conseguente perdita di almeno 10 milioni di € che potrebbero e dovrebbero essere destinati alla formazione dei giovani della sanità>>.

Con tale intervento il legislatore si porrebbe il duplice obiettivo di rafforzare la lotta ai cattivi stili di vita, accogliendo l’invito dell’OMS, e di valorizzare il capitale umano in sanità attraverso il messaggio “No ai rischi per la salute: SI all’investimento nei giovani della Sanità!”.

L’appello ai parlamentari impegnati nei lavori delle Commissioni V e VI del Senato per la revisione del testo è quello di supportare un atto di civiltà a tutela della promozione della salute e del futuro della sanità italiana.

Il MIUR ha confermato nei giorni scorsi via Twitter di aver trovato quota parte per la copertura straordinaria dei finanziamenti per la formazione specialistica di area sanitaria mentre il resto veniva demandato al MEF.

– continuano i Giovani Medici SIGM.

L’invito a tutti i colleghi è quello di sostenere le iniziative della Campagna #svoltiAMOlaSANITÀ ed in particolare la chiamata a partecipare alla mobilitazione nazionale #svoltiAMOlaSANITÀ, che avrà luogo a Roma il 3 Giugno 2014.

La richiesta alle Istituzioni è, sin da adesso, che una delegazione dei manifestanti venga ricevuta dai rappresentanti del Governo e dai Ministeri competenti per conoscere quali siano gli interventi urgenti predisposti al fine di tutelare il diritto allo studio di migliaia di giovani che dovrebbero rappresentare il futuro della Sanità Italiana.

Mettiamo in campo le energie migliori della sanità. #svoltiAMOlaSANITÀ.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here