Selezioni corsi regionali Medicina Generale: accedere agli atti per visionare la propria prova è un diritto!

0
216

Consigliamo, pertanto, i colleghi a non farsi dissuadere dall’esercitare il diritto di accesso agli atti, né ad assecondare proposte di presa visione informale di parte degli atti concorsuali, prospettate quasi fossero una concessione da parte degli Uffici preposti. Invitiamo, altresì, i colleghi a segnalarci per iscritto qualora un qualsiasi dirigente o funzionario delle predette amministrazioni regionali alludesse in qualche maniera al fatto che la nostra Associazione eserciti un’opera di condizionamento nei confronti dei concorrenti, inducendoli a diffidare del regolare svolgimento delle prove. Teniamo, inoltre, a rasserenare i colleghi a non dare peso alcuno ai tentativi maldestri di intimorirli, preannunciando le medesime amministrazioni delle querele nei confronti di quanti hanno legittimamente segnalato le criticità che sono state sotto gli occhi di tutti, al punto essere state riportate sia dalla stampa che dalle televisioni nazionali, peraltro previa verifica delle fonti.

Laddove tali atteggiamenti trovassero riscontro, ma vogliamo sperare che non sia così. Vi sarebbero tutti i presupposti per citare in giudizio le amministrazioni in questione sia per diffamazione che per abuso di potere. Al di là di tali aspetti, che attengono al livello giudiziario, esprimiamo tutto il nostro disappunto per questi presunti tentativi di mettere in discussione la bontà delle segnalazioni di colleghi che, a centinaia e da tutta Italia, in maniera indipendente e spontanea, nei minuti e nelle ore immediatamente successive alle prove hanno inteso esternare il loro disappunto per disservizi e presunte irregolarità nello svolgimento del concorso del 17 settembre 2014.

A tal proposito, segnaliamo il testo di una interrogazione al Ministro della Salute sulle vicende in questione a firma dell’On. Filippo Crimì, che, unitamente all’azione di sensibilizzazione svolta dalla nostra Associazione, speriamo possa contribuire a fare chiarezza su quanto accaduto e possa evolvere per il futuro il sistema di accesso alla formazione specifica di medicina generale (LEGGI L’INTERROGAZIONE).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here