OMCeO Provincia Palermo: grazie ad una petizione promossa dai GIOVANI MEDICI (SIGM) abbassata le quota di iscrizione per i nuovi iscritti ed eliminate indennità e gettoni di presenza.

0
202

Il bilancio di previsione 2015 dell’OMCeO della Provincia Palermo, approvato in data 18 marzo 2015 dall’Assemblea degli iscritti, ha introdotto delle novità importanti sotto la spinta di una Petizione per il rilancio del buon nome dell’Ordine dei Medici della Provincia di Palermo”, promossa dalla Sede Provinciale dell’Associazione Italiana GIOVANI MEDICI (SIGM) ed in particolare: 1) è stata adottata una quota differenziata ridotta (pari a 165€) per i medici neoiscritti, sia nel 2014 che nel 2015, con validità per il primo triennio di iscrizione; 2) sono stati aboliti indennità e gettoni di presenza riservati ai membri del Direttivo, del Consiglio e del Collegio dei Revisori, che prevedevano nel Bilancio 2014 una copertura pari a circa 180 mila euro, sostituiti da un’unica voce di bilancio, pari a 27mila euro, che potrè essere impiegata a titolo di rimborsi spesa per rappresentanza istituzionale fuori sede.

Trattasi di un primo significativo risultato rivendicato dai GIOVANI MEDICI (SIGM), che avevano avviato tale campagna di sensibilizzazione degli iscritti all’OMCeO di Palermo a seguito di una analisi comparativa sul territorio nazionale che aveva rilevato come, con una quota d’iscrizione annuale pari a 185 euro, l’OMCeO della Provincia di Palermo si trovasse in testa alla classifica nazionale per le quote corrisposte dagli iscritti. <<Esprimiamo soddisfazione per il conseguimento di questi obiettivi. In verità, avevamo chiesto la riduzione della quota di iscrizione a 150 euro per tutti gli iscritti, – dichiara Salvatore Moscadini, GIOVANE MEDICO (SIGM) membro del Consiglio OMCeO di Palermo – ma intanto incassiamo un risultato che viene incontro alla fascia dei medici neoabilitati, tra i più svantaggiati anche in relazione alla cronica carenza di finanziamenti per garantire l’accesso alla formazione post lauream. Resta l’obiettivo di estendere la riduzione in futuro a tutti gli iscritti>>.

Ma i GIOVANI MEDICI (SIGM) promettono di proseguire la loro azione finalizzata a recepire le rimanenti richieste avanzate attraverso la petizione a partire dal recepimento della normativa sulla “trasparenza” e dall’adozione di un codice etico che introduca, ad esempio, l’incompatibilità della rappresentanza Ordinistica con la presenza nell’amministrazione dell’OMCeO di congiunti sino al terzo grado di parentela. Altro argomento sotto i riflettori dei GIOVANI MEDICI (SIGM) è quello relativo alla designazione dei Presidenti e dei Componenti delle Commissioni di concorso per l’accesso ai corsi regionali di formazione specifica di medicina generale: <<In attesa che il Ministero della Salute e le Regioni intervengano sulle attuali modalità di selezione, che sono state oggetto delle proteste di migliaia di concorrenti in tutto il Paese, abbiamo chiesto che la designazione dei membri delle Commissioni di concorso avvenga a mezzo di pubblico sorteggio tra tutti gli iscritti all’OMCeO Provinciale di Palermo e non più per nomina del Presidente o del Consiglio OMCeO>> – continua Salvatore Moscadini (SIGM) – <<Infine, sempre su nostra proposta, è allo studio l’acquisto di un’importante piattaforma di evidence based medicine, che sarà accessibile a titolo gratuito a tutti gli iscritti>>.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here