Concorso SSM2017: confermata la corretta definizione della graduatoria e la regolarità della prova

0
293

Care Colleghe e Cari Colleghi,

esprimiamo grande soddisfazione per la conferma della corretta definizione da parte del MIUR della graduatoria nel rispetto del nuovo regolamento. In particolare, come ricordato e ulteriormente richiesto da parte della nostra Associazione, è confermata l’impossibilità dei concorrenti non abilitati di accedere all’assegnazione dei contratti di specializzazione. Gli stessi, infatti, risulteranno presenti in graduatoria ma non potranno essere assegnatari dei contratti nello scorrimento degli scaglioni.
Difatti, all’interno della prova concorsuale edizione 2016/2017, che sembrerebbe aver registrato dei miglioramenti sia nella qualità dei quesiti proposti (maggiormente orientati alla clinica) e nell’organizzazione logistica e nei controlli delle aule di esame, alcuni concorrenti, pur nel rispetto di quanto previsto dalla normativa che permette da sempre l’iscrizione e partecipazione alla prova concorsuale, avrebbero sostenuto le prove pur non avendo conseguito l’abilitazione alla professione (con l’impossibilità di conseguirla in tempo utile, ovvero entro la presa di servizio del 29 dicembre).
A tal proposito, paventando una situazione in cui ai concorrenti non idonei venisse assegnato un contratto, falsando gli scorrimenti, abbiamo dapprima segnalato tale rischio (leggi qui), poi a prova conclusa, avendo elementi certi di partecipazione da parte di concorrenti non abilitati, abbiamo richiesto al Ministero di porre in atto ogni controllo utile a pubblicare una graduatoria dei soli aventi diritto all’assegnazione del contratto secondo le specifiche di merito e temporali previste dal bando di concorso.
Ora, con la pubblicazione della graduatoria di merito, è confermato che questi concorrenti saranno nominalmente presenti ma, in mancanza del requisito abilitanti, non potranno effettuare alcun tipo di scelta e quindi non interferiranno con l’assegnazione dei contratti ed eventuali scorrimenti.
Infine nonostante le numerose sedi in cui si è svolta la prova e nonostante isolati episodi di scarso controllo da parte dei responsabili, già segnalati, un’analisi dettagliata sui punteggi dimostra la sostanziale regolarità del concorso: infatti come si evince dai grafici  realizzati dalla nostra associazione, la distribuzione dei risultati è tipicamente normale, i cui picchi non si attestano nella coda superiore della curva; inoltre  la curva posizione/punti è perfettamente discendete e riporta una mediana di 89,5.
Vi terremo aggiornati su ogni ulteriore sviluppo utile e, nel contempo, continuiamo a esortarvi a segnalare alle nostre Pagine Social o all’indirizzo presidente@giovanemedico.it ogni presunta irregolarità alla prova concorsuale a cui abbiate assistito e che abbiate fatto mettere a verbale durante lo svolgimento della stessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here